News per Miccia corta

22 - 05 - 2008

Unitá , un dvd sul ` 68 scritto «da destra» senza ok di Padellaro

 

(Corriere della Sera,  22 maggio 2008)

 


Garibaldi Andrea

 


ROMA - Sabato 24 maggio l' Unitá  allega un dvd, a 9,90 euro. Niente di nuovo, si dirá . Il dvd si chiama «Sessantotto, l' utopia della realtá ». Normale, stanno tutti celebrando il quarantennale. Ma chi porterá  il dvd a casa avrá  piú di una sorpresa, che la pubblicitá  sul quotidiano fondato da Antonio Gramsci non svela. Viene citato infatti il regista Ferdinando Vincentini Orgnani, giá  autore di «Ilaria Alpi - Il piú crudele dei giorni». Ma tace, la pubblicitá , il nome dell' autore dei testi e della ricostruzione storica: Adalberto Baldoni, giá  nel comitato centrale del Msi, nella direzione di Alleanza nazionale, consigliere comunale a Roma per cinque legislature, giornalista del Secolo d' Italia dal 1972 al 1981. Nella ricostruzione del ' 68 allegata all' Unitá  (produttore è l' Istituto Luce) testimoniano gran parte dei personaggi che ti aspetti, Ferlinghetti, Fernanda Pivano, Capanna, Cacciari, Sofri, Piperno, Castellina, Scalzone, Guccini... Ma è rappresentato in forze anche il fronte avverso, Armando Plebe, Giano Accame, Caradonna, Servello, Stefano Delle Chiaie, Guido Paglia, Mario Merlino. Perché Baldoni sostiene, e con lui molti di questi ultimi personaggi, che il ' 68 non partí solo a sinistra: «Anzi, il ' 68 cominció nel ' 67, quando furono occupate diverse universitá , come Perugia, dove forte era il Fuan di Luciano Laffranco. Ragazzi di destra e di sinistra assieme contro la riforma, i baroni, il clientelismo, l' autoritarismo». Punto di vista non inedito, tuttavia poco diffuso. Gesto inatteso, quello dell' Unitá , poiché nel video non si risparmiano critiche al Pci. La storia ruota attorno al 16 marzo 1968. Il primo di quel mese c' era stata la battaglia di Valle Giulia, studenti contro polizia, e fra i primi c' erano anche missini di Monteverde, militanti di Europa civiltá  e di Ordine nuovo. Dice Mario Merlino, estremista di destra, accusato e poi scagionato per piazza Fontana: «C' era l' accordo fra noi e Scalzone e Piperno. Nemmeno una bandiera rossa». Poi, l' occupazione della Sapienza. La destra a Giurisprudenza, la sinistra a Lettere e in altre facoltá . Dice Delle Chiaie, coinvolto (e scagionato) nel golpe Borghese, nelle stragi di piazza Fontana e di Bologna: «Da sinistra e da destra si andava all' attacco del sistema e il sistema in quel momento era Dc-Pci». Ma il 16 marzo a Giurisprudenza e a Lettere ci sono scontri violenti, Scalzone è colpito da un banco volato dalle finestre. Nel film esponenti del Msi come Caradonna e Servello accusano i dirigenti Michelini e Almirante di aver soffiato sul fuoco. Merlino afferma: «Msi, Pci e ministero dell' Interno concordarono di spezzare l' unitá  fra studenti». Da quel giorno il ' 68 vira, la destra si ferma. Appena quattro mesi fa Gianfranco Fini dichiaró, facendo scandalo: «Nel ' 68 la destra perse un' occasione, non capí i giovani e si schieró con baroni e parrucconi». Adalberto Baldoni è soddisfatto dell' iniziativa dell' Unitá . «Anche se nessuno mi ha avvertito», racconta. Il film è del 2006, fu presentato al festival di Taormina, ebbe successo: «Poi arrivó il governo Prodi e ci fu una messa al bando. Oggi mi ha chiamato Gianni Borgna e mi ha detto: "Il tuo film con l' Unitá , visto come siamo equilibrati?"». Effetto-elezioni? «Non so. Certo anche Mario Capanna ha accolto con favore la vittoria di Alemanno...». Dice Luciano Sovena, amministratore delegato dell' Istituto Luce: «Sono stato io a proporre all' Unitá  il "Sessantotto" di Vincentini Orgnani e Baldoni, nell' ambito dei rapporti continui che abbiamo». Ha parlato con il direttore Padellaro? «No, con l' ufficio marketing». L' Unitá  sabato fa un' operazione coraggiosa, ardita. Un po' nascosta, dato che nella pubblicitá  sul giornale il dvd pare un normale, tranquillo, film «di sinistra» sul ' 68. E dato che il direttore Padellaro non vuol fare commenti.

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori