News per Miccia corta

17 - 05 - 2008

Milano. ``Il concerto nazirock si fará ``

 

 

 

(la Repubblica, sabato, 17 maggio 2008, Pagina IX – Milano)


 

Top secret il nuovo luogo del raduno. I centri sociali: "Restiamo a vigilare"

 

SANDRO DE RICCARDIS

 


 

Nonostante il divieto della questura che non ha autorizzato alla palazzina Liberty il concerto di nazirock "Gods of Rac" (Rock against the communism) - organizzato da "Il Presidio", vicino a Forza Nuova, e dalla Skinhouse, espressione dei neonazisti Hammerskin - gli organizzatori dell'evento hanno annunciato che il concerto «comunque» ci sará . «Per tutto il giorno abbiamo cercato un accordo con la Digos - spiega Marco Carucci, portavoce di Forza Nuova - . Abbiamo proposto luoghi meno centrali ma di pari dignitá  a largo Marinai d'Italia, ma la questura ha opposto un secco no a tutte le nostre ipotesi. La trattativa è ormai interrotta».

Gli organizzatori sono peró determinati a far suonare le band di rock nazionalista e musica identitaria - Malnatt, Sud Xt, Civico 88, Lapeggiogioventú, Strappo Ultimatum e Testudo - che stanno attirando in cittá  decine e decine di giovani militanti dell'area di estrema destra. «La gente arriva e non possiamo certo farla evaporare - dicono gli organizzatori - . Saremo almeno 500 da tutta Italia. Per ora il luogo dove i gruppi suoneranno resta top secret». Solo oggi a mezzogiorno sará  rivelato il luogo dove verranno montati palco e casse. L'ipotesi piú naturale è che le folle di giovani si radunino giá  verso le 14 in piazzale Maciachini - poco distante dalla vecchia sede della Skinhouse di via Cannero, demolita nel 2006 per i lavori della metropolitana - e in piazza Aspromonte, due "meeting-point" dei giovani in arrivo. Poi uno dei gruppi potrebbe confluire nell'altro, oppure entrambi dirigersi in un terzo spazio. Per questo tra Hammerskin e forzanuovisti c'è chi sta valutando l'ipotesi di muoversi addirittura in corteo per raggiungere il luogo del concerto. Che oggi sia «un giorno movimentato», con il «rischio di agguati a ogni angolo» e «molti nemici in giro per la cittá » non è un pensiero solo degli estremisti di destra, ma anche degli antagonisti dei centri sociali. Un gruppo partirá  per Verona per partecipare alle manifestazioni contro l'assassinio di Nicola Tommasoli, aggredito da simpatizzanti del neonazisti: l'appuntamento è per oggi alle 11 in Centrale. Molti altri - cosí come deciso nell'assemblea di due giorni fa al centro sociale Vittoria -manterranno comunque un presidio in via Muratori per «garantire la vigilanza per tutta la giornata al centro». Gli esponenti di estrema sinistra giudicano «comunque negativamente» il divieto della questura agli skin. «Nega l'agibilitá  - spiegano - ma non si pone il problema che chi manifesta aderisca a idee neofasciste».

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori