News per Miccia corta

13 - 04 - 2008

Moni Ovadia: Il coraggio che non abbiamo

 

(la Repubblica, DOMENICA, 13 APRILE 2008)

 

 

MONI OVADIA

 


 

Falsa coscienza, revisionismo e furbizia inquinano la nostra memoria nazionale e ipotecano il nostro futuro. Da qualche anno è stato istituito il giorno del ricordo che celebra la tragedia delle foibe e dell'esodo dei profughi istriani. I dolori di quella povera gente vanno commemorati ed è doveroso chiedere veritá  e giustizia per le loro sofferenze. Ma una destra intrisa di umori e nostalgie fasciste - e non solo essa - strumentalizza quei dolori e quelle tragiche morti. Si assiste alla progressiva rimozione dei crimini commessi dai fascisti italiani contro sloveni, croati, montenegrini, serbi, per non parlare di quelli perpetrati contro le popolazioni libiche, etiopi, eritree, albanesi e greche.

Questa rimozione ha uno scopo evidente: assolvere il fascismo, costruire un patriottismo di maniera, pervertire il rapporto fra carnefice e vittima. Non solo l'antisemitismo, le leggi razziali, le uccisioni degli antifascisti, ma anche le torture, gli stupri i saccheggi operati dai fascisti italiani con efferatezza talvolta simile a quella nazista sono documentatissimi. La Bbc nel suo documentario The Fascist Legacy (l'ereditá  fascista) ne parla e li mostra diffusamente. La Rai ne ha fatto curare l'edizione italiana dal regista Massimo Sani solo per tenerla "insabbiata" da anni nei suoi cassetti. I paesi che hanno sofferto a causa dei crimini fascisti hanno chiesto l'estradizione di centinaia di criminali di guerra italiani, i piú tristemente noti dei quali si chiamano Roatta, Graziani, Badoglio, ma non uno di questi carnefici è stato consegnato alla giustizia.

Non si possono onorare le proprie vittime con dignitá  e onestá  rimuovendo la proprie responsabilitá  e criminalizzando la Resistenza che ha riportato l'Italia alla libertá  e alla democrazia. Furbizia e ipocrisia sono un micidiale cocktail che occlude gli orizzonti della credibilitá , quindi quelli della prosperitá  nazionale, e di tutte le relazioni internazionali piú fertili. L'Italia abbia il coraggio di prendere esempio dalla Germania che grazie al riconoscimento ininterrotto delle proprie enormi colpe è oggi una delle democrazie piú prospere ed affidabili del mondo.

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori