News per Miccia corta

09 - 04 - 2008

Le allegre compagne degli anni settanta

 

(la Repubblica, 9 aprile 2008, Milano)

 

ROBERTO MUTTI

 


 

Se le fotografie di manifestazioni sono spesso ripetitive e quindi noiose, non è questa l'impressione che si prova di fronte alla bellissima mostra Unite nella lotta che raccoglie le immagini scattate in bianconero negli anni '70 e '80 da Sonia Savioli, Daniele Bonecchi, Giancarlo De Bellis ma, soprattutto, da Silvestre Loconsolo, un eccellente fotografo che, licenziato dalla sua fabbrica dove era operaio, era passato al professionismo dedicandosi al reportage con un occhio particolarmente attento a quello che era stato il suo mondo.

Nonostante sia penalizzata dallo spazio espositivo della Camera del Lavoro, che pure le è consono per i temi trattati, la mostra colpisce per la freschezza con cui rievoca un'epoca straordinaria dove le donne erano autentiche protagoniste delle lotte sindacali come di quelle politiche e civili.

La giovane curatrice Maddalena Cerletti, che firma anche il catalogo edito dall'Archivio del Lavoro di Sesto San Giovanni da cui provengono le immagini, ha suddiviso la mostra in sei sezioni - "Il pane e le rose", "Resistere un minuto piú del padrone", "Partecipare per decidere", "In difesa del lavoro", "Tra personale e politico", "Storie di donne" - che colgono tutti gli aspetti di quel movimento.

Si passa dalle fabbriche occupate, al cui interno le operaie alternano discussioni e lavoro ai ferri, alle assemblee combattive ma ordinate; e poi ci sono gli striscioni portati alle manifestazioni, i molti megafoni, il coraggio dei picchetti capaci di fronteggiare polizia e carabinieri, ma soprattutto quella solidarietá  fatta di complicitá  che legava le ragazze che si scaldavano, davanti ai cancelli di una fabbrica, attorno a una latta in cui bruciava qualche pezzo di legno. La democrazia sul posto di lavoro, il rifiuto dell'aborto clandestino, la lotta per l'occupazione e contro i licenziamenti sono temi attuali che peró allora si combattevano con determinazione mentre oggi quasi sempre si subiscono.

Sorridenti, combattive, sempre eleganti anche quando indossano un grembiule o issano un cartello con slogan ancora attuali, queste donne sono riprese in quella loro naturalezza che a noi pare l'icona di un'epoca.

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori