News per Miccia corta

13 - 02 - 2008

La vendetta infinita/3. Un comunicato di Papillon sulla vicenda Antonini

Singolare è che il PD a Bologna abbia voluto aprire la campagna elettorale con il linciaggio mediatico di un detenuto all'ergastolo, in galera da ventitré anni, che ha voluto dedicare il resto della vita a promuovere la cultura in carcere. La cultura come strumento utile ai detenuti per formarsi una coscienza critica, che li porti a rivedere il loro passato, e a considerare la commissione di reati come un disvalore inaccettabile. Sí, perché per Vittorio Antonini e per tutti noi della Papillon questa è la giusta via da percorrere se si vuole combattere la recidiva e rendere i cittadini piú sicuri in una societá  migliore. C'è qualcosa di sbagliato in questo? Siamo disposti a parlarne con chiunque voglia ascoltarci lasciando da parte il pregiudizio.

 

Ci appare invece purtroppo normale la retorica nazional-populista e securitaria del Sindaco e dell'assessore Mancuso, ormai ci siamo abituati. Forti con i deboli, deboli con i forti; l'uso della forza al posto della ragione; la scomparsa sociale al posto della riabilitazione. Questi sembrano essere i loro valori alla ricerca strumentale di voti sul mercato elettorale.

 

All'esatto opposto noi della Papillon ci orientiamo tra le carceri per mezzo di una bussola che si chiama Carta Costituzionale, il cui ago segna verso l'articolo ventisette. Sempre.

 

La nostra preghiera quindi, egregi signori, è di lasciarci perdere, di lasciarci continuare il nostro lavoro che è giá  di per sé difficilissimo. E di usare altri argomenti per risolvere le vostre beghe di potere. Se poi un giorno capirete il danno sociale che state provocando, saremo lieti di ricevere la vostra visita per un confronto pacato e costruttivo, noi di pregiudizi non ne abbiamo. Nemmeno contro di voi.

 

Se un giorno la ragione illuminerá  la vostra strada, quella strada vi porterá  da noi. Sapete dove trovarci: in una cella buia e insalubre, in tre in dieci metri quadri, tra topi e scarafaggi, chiusi ventitré ore al giorno. Nel regno dell'illegalitá  "legale": le vostre galere da medioevo.

 

Bologna 12/01/2008                                                                        Valerio Guizzardi

                                                                                                         Responsabile Papillon

                                                                                                         per l'Emilia Romagna   
I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori