News per Miccia corta

08 - 02 - 2008

Scontro a Roma, salta convegno della destra sulle foibe

(la Repubblica, VENERD√°Ňí, 08 FEBBRAIO 2008, Pagina 16 ‚Äď Cronaca)

 

 

 

 

 

 

  Gabriele Isman

 

 

 

ROMA - Studenti di destra contro studenti di sinistra per la Giornata del Ricordo delle foibe (di domani), e, in mezzo, il Teatro Brancaccio dove la Consulta provinciale degli studenti - guidata da qualche settimana dai primi dopo elezioni "irregolari, con brogli e intimidazioni", per i secondi - oggi aveva organizzato un convegno. Ieri l'annuncio del Teatro di via Merulana, guidato da Maurizio Costanzo: il convegno non si far√°¬†. ¬ęLa Direzione - spiega un comunicato dell'ex Politeama - ritiene inaccettabile che sia da una parte sia dall'altra si sia voluto strumentalizzare un evento su un tema legato alla memoria pi√ļ recente¬Ľ. Gi√°¬† ieri pomeriggio un centinaio di ragazzi di Fiamma Tricolore e Blocco studentesco erano davanti al teatro, in via Merulana, per protestare contro l'annullamento del dibattito: ¬ęLi avete uccisi due volte¬Ľ recitava uno striscione. Silvio Di Francia, assessore comunale alla Cultura, che era stato invitato al dibattito, ieri aveva gi√°¬† rinunciato, parlando di ¬ęiniziativa nata sotto un cattivo segno, animata da intenti tutt'altro che di approfondimento e di commemorazione¬Ľ.

 

Intanto Blocco Studentesco annuncia per oggi un corteo con partenza alle 8.30 da piazza della Repubblica al Brancaccio. ¬ęL'Italia - scrivono in una nota Giorgia Meloni, vicepresidente della Camera e presidente di Azione Giovani nazionale e Federico Iadicicco, che guida la federazione romana di Ag - √® tenuta in ostaggio da gruppetti di facinorosi, appartenenti alle frange estreme della sinistra, che decidono di cosa si pu√≥ e di cosa non si deve parlare. E la scelta del teatro Brancaccio di annullare il convegno ne √® la chiara dimostrazione¬Ľ. Le organizzazioni di sinistra, chiedendo che l'autorizzazione al corteo non sia concessa, annunciano per oggi un volantinaggio davanti ad alcuni licei e davanti al Museo della Liberazione di via Tasso, e organizzano un controdibattito alla Casa della Memoria.

 

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori