News per Miccia corta

02 - 02 - 2008

Pd, niente Resistenza nel manifesto

(la Repubblica, SABATO, 02 FEBBRAIO 2008, Pagina 12 ‚Äď Interni)

 


 


 

 

 

Polito: omissione da correggere, ma il razzismo oggi √® pi√ļ pericoloso del fascismo

 

ALBERTO CUSTODERO

 

 

 

ROMA - Nella magna charta del partito democratico non sono citati Resistenza e antifascismo. S'√® trattato di una ¬ęgrave e colpevole dimenticanza¬Ľ, come sostenuto dalla senatrice del Prc ed ex staffetta partigiana, Lidia Menapace? Oppure, secondo la tesi del senatore Antonio Polito, l'omissione √® stata voluta perch√©, ¬ęse sono finite le ideologie del Novecento, sono finiti anche il fascismo e l'antifascismo, oltrech√© il comunismo¬Ľ? La delicata diatriba di carattere storico politico, sollevata dalla Menapace alla vigilia dell'approvazione, prevista per oggi, dello Statuto, del Manifesto dei valori e del Codice etico, ha sollevato all'interno del partito democratico un acceso dibattito.

A partire all'attacco, denunciando quella ¬ęgrave e colpevole dimenticanza¬Ľ, √® stata Lidia Menapace. ¬ęIn un momento in cui - ha dichiarato - si profilano all'orizzonte pericoli diffusi di involuzione verso forme di democrazia autoritaria, che si pu√≥ chiamare il "fascismo del XXI secolo", √® un atto imperdonabile non citare la Resistenza, fondamento storico della Costituzione, n√© l'antifascismo, che √® la sua anima¬Ľ.

Ma √® stato il senatore Antonio Polito ad azzardare una spiegazione a quella ¬ęsvista¬Ľ. ¬ęSe vogliamo spiegare questa dimenticanza che onestamente andrebbe corretta - ha sottolineato - va detto che il Pd, nel suo Manifesto dei valori, dichiara di costituirsi partendo dal presupposto che la storia del 900 √® finita, e con lei le sue ideologie: il fascismo oltrech√© il comunismo¬Ľ. ¬ęSe uno vuole rievocare l'antifascismo in quanto ideologia - ha aggiunto Polito - allora √® anacronistica quanto il fascismo. Un partito progressista in Europa ha oggi innumerevoli pericoli pi√ļ temibili del fascismo da affrontare, come razzismi, varie forme di intolleranza, l'uso distorto della scienza, la distruzione dell'ambiente, l'ignoranza, la povert√°¬†¬Ľ. Il fascismo √® morto con il Novecento e quindi non va citato nel partito democratico del Duemila?

Per Rosy Bindi, ministro per le Politiche per la famiglia e candidata alla segreteria del Pd, ¬ęalcuni valori, come quello dell'antifascismo e della Resistenza, fanno parte della nostra politica, storia e cultura. Qualche volta, richiamarli pu√≥ apparire pleonastico. Ma se qualcuno facesse una richiesta esplicita di inserire i due principi nella magna charta, non c'√® dubbio che bisognerebbe accoglierla, anche se credo che il richiamo alla Costituzione valga come valore unificante¬Ľ. Sulla stessa linea anche il senatore Furio Colombo, anche se, ha precisato, ¬ęin un'Italia in cui si nega ogni giorno l'Antifascismo come valore e la Resistenza come fondamento della vita italiana, non √® troppo, n√© fuori posto inserire questi due principi in modo specifico nella carta costituente del Pd. Devo dire, tuttavia, che la nostra Costituzione √® nata dalla Resistenza, √® la "carta" certificante dell'Italia libera, ha in s√© tutti i valori dell'Antifascismo, per cui il suo richiamo mi rassicura¬Ľ.

Piero Terracina, della commissione manifesto dei valori, ex deportato del lager di Auschwitz - Birkenau, ha chiesto con una mozione ¬ęla condanna del fascismo e del nazismo¬Ľ. ¬ęHo consegnato a Walter Veltroni - ha dichiarato - e alla commissione Statuto del Pd una mozione per impedire che, in nome della pacificazione, vittime e carnefici vengano equiparati¬Ľ.

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori