News per Miccia corta

01 - 06 - 2007

Scheinfeld. Il Beatle sovversivo come non l`avete mai visto

(il manifesto, 1 giugno 2007)
ROBERTO SILVESTRI

Altro che «pazzo svitato» o «superoverdose di eroina». Anche Jimi Hendrix (soffocato, mettendo in scena la piú devastante pera del secolo) e John Lennon sono stati assassinati (direttamente o senza sporcarsi le mani) da Cia e Fbi. Perché? Sovversivi e amici delle Pantere Nere. Ce lo racconta, oggi che i dossier top secret si sono democraticamente aperti, il cinema indipendente americano. In pieno boom del documentario, mentre inizia un'edizione storica di Bellaria (c'è tutto Pennebaker, e c'è pure lui) e Santoro finalmente è risorto, esce in Italia il commuovente doc Usa contro John Lennon, di David Leaf e John Scheinfeld, che analizza la persecuzione e le minacce d'espulsione e di morte contro un idolo delle folle, reo di essere politicizzato per natura (viene dalla classe operaia), e, per colpa di Yoko Ono, di essersi pure radicalizzato...La sequenza del rogo appiccato da Kkk e teocon Usa a dischi, foto e poster dei Beatles, colpevoli nel '66 di blasfemia perché Lennon affermó un'ovvietá : «i Beatles contano, oggi, piú di Gesú per i kid britannici», è agghiacciante. Cosí come interessante e compatto è il racconto del complotto di Edgar Hoover/Fbi e dell'ufficio immigrazione contro i «grandi nemici della democrazia americana», che, nel momento cruciale si strinsero attorno a McGovern per battere Nixon, e John Lennon e Yoko Ono per un attimo unificarono artisticamente un fronte radicale composito che andava da Bobby Seale delle Pantere Nere a John Sinclair delle Pantere bianche a Jerry Rubin e Abbie Hoffman, del movimento contro la guerra in Vietnam («Finito il flower power se ne fa un altro, purché la pace abbia una possibilitá »). Sappiamo come è andata a finire. Ma non sapevamo due cose. Che Lennon, per evitare l'espulsione dal paese, abbassó la testa e non partecipó alla mega «Woodstock politica» che avrebbe trascinato milioni di manifestanti a contestare la convenzione repubblicana e forse a battere Nixon. E che, se lo avesse fatto, sarebbe stato assassinato molto prima del 1980. Mitiche le sue conferenze stampa nel letto, o quando, saggiamente, consiglia ai kid di non cadere nella trappola: «Il potere ti tira la barba e i capelli, ti dá  i buffetti finché non reagisci. Perché quando reagisci con violenza, sa sempre come fotterti».
I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori