News per Miccia corta

12 - 05 - 2007

RaiSat Extra in 10 puntate ripercorre quegli anni. si comincia dalla morte di Giorgiana Masi con Cossiga

(Articolo21.info)

 


Nuova iniziativa editoriale di RaiSat Extra, che all'interno del proprio palinsesto, conosciuto per le seconde visioni Rai, lancia periodicamente trasmissioni proprie, originali, destinate a contraddistinguere l'identitá  del canale. Sabato alle 21, prende il via "Quelli del '77", un ciclo di dieci conversazioni ideate da Simona Ercolani e Claudio Sabelli Fioretti che affrontano con i protagonisti un periodo recente e discusso della storia italiana. La serie Quelli del '77 si apre con una prima puntata in cui Claudio Sabelli Fioretti raccoglie il lungo racconto di Francesco Cossiga, allora ministro degli Interni nel primo governo Andreotti di solidarietá  nazionale.

Cossiga è intervistato sugli avvenimenti piú drammatici di quell'anno: dalla morte di Giorgiana Masi (sulla quale Cossiga avanza un'ipotesi sconvolgente) all'invio dei blindati a Bologna, dal governo di solidarietá  nazionale all'attentato a Cossiga stesso, progettato e mai realizzato dai Nar.

Quelli del '77 è un programma di Simona Ercolani e Claudio Sabelli Fioretti, prodotto da Greed per RaiSat Extra, canale satellitare Rai su Sky, al numero 120 della piattaforma. La colonna sonora della trasmissione è "La voglia, la pazzia, l'incoscienza e l'allegria", una canzone di Ornella Vanoni, scritta da Sergio Bardotti nel 1976 e registrata in presa diretta con Vinicius de Moraes e con Toquinho per l'album omonimo.

Claudio Sabelli Fioretti, giornalista e intervistatore d'eccellenza, incontrerá  a partire da sabato, di settimana in settimana, dieci personaggi emblematici di quegli anni: oltre a Cossiga, Franco Berardi (Bifo), fondatore di Radio Alice; Umberto Croppi, dirigente giovanile del Msi; Erri De Luca, scrittore, ex responsabile del servizio d'ordine di Lotta continua; Pablo Echaurren, pittore, indiano metropolitano; Franca Fossati, femminista, redattrice di "Lotta continua"; Vincenzo Miliucci, leader del Collettivo autonomo di via dei Volsci; Achille Occhetto, allora responsabile Scuola e universitá  del Pci; Oreste Scalzone, leader di Autonomia; Renato Zangheri, sindaco di Bologna.
Ogni incontro svela una traccia, un punto di vista, una chiave per interpretare il passato e rileggere il presente. Ogni intervista si arricchisce di racconti personali, ritratti, fotografie e documenti. Dieci episodi per tornare a riflettere su un capitolo della nostra storia non ancora concluso

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori