News per Miccia corta

11 - 05 - 2007

Tumulati i resti dell'anarchico Passannante

(la Repubblica, VENERDáŒ, 11 MAGGIO 2007, Pagina 41 – Cronaca)

 

 

 

 

 

POTENZA - I resti di Giovanni Passannante, l'anarchico che attentó nel 1878 alla vita del re Umberto I a Napoli, sono stati prelevati dal Museo Criminologico di Roma e tumulati nel cimitero di Savoia di Lucania nella giornata di ieri. La scelta di trasferire i resti di Passannante e di tumularli con discrezione è stata fatta dalla Regione in ossequio a «sentimenti di pietá ». Negli anni scorsi, infatti, e anche nelle ultime settimane, la decisione di trasferire in Basilicata i resti dell'anarchico ha suscitato confronti e polemiche, anche aspri.

Dopo il ferimento del Re, Passanante fu condannato a morte, ma poi la condanna fu commutata in ergastolo e l'anarchico subí una lunga e dura detenzione, conclusa nel manicomio criminale di Montelupo fiorentino. Oggi a Savoia di Lucania - l'originaria Salvia, che cambió nome in segno di riparazione verso casa Savoia - sará  celebrata una Messa in suffragio di Passannante. Il ministro per i Beni e le Attivitá  Culturali, Francesco Rutelli ha espresso «grande soddisfazione» per la positiva conclusione della vicenda dei resti dell'anarchico Giovanni Passannante. «Grazie all'impegno di tutti, del ministero della Giustizia, della regione Basilicata e del Comune si chiude finalmente in maniera onorevole una ferita rimasta troppo a lungo aperta, in modo non degno del nostro Paese». 

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori