News per Miccia corta

22 - 02 - 2007

«I miei errori risarciti con anni di carcere». Susanna Ronconi replica al deputato DS Naccarato

(Il Mattino di Padova, GIOVEDáŒ, 22 FEBBRAIO 2007, Pagina 14 - Altre)

 

 

 

 

 

Leggendo l'intervento di Alessandro Naccarato su Il Mattino di Padova del 14 febbraio, mi sono fatta l'idea che sia molto giovane. Si spiegherebbe cosí il fatto che abbia perduto di vista alcuni passaggi degli ultimi ventiquattro anni: che nel 1983 ho sciolto formalmente, con altre centinaia di militanti, Prima Linea, con l'intento pubblicamente dichiarato di chiudere definitivamente con ogni pratica di violenza politica; che sono stata promotrice del movimento della dissociazione dalla lotta armata, movimento riconosciuto da una legge del Parlamento nel 1987; che ho interamente scontato la mia pena; che ho costruito un presente personale, sociale e politico in cui non ho nemici e rispetto la vita di ognuno, e in cui, quando posso, invito chiunque a fare altrettanto.

 

 Cosí, mi pare che comminarmi - da qualche tribunale mediatico o di assemblea di partito - un ergastolo bianco e la morte civile non sia uno strumento particolarmente efficace nella lotta alle nuove Brigate Rosse.

 

 Mi pare che abbia anche perso di vista che un risarcimento delle gravi azioni di cui sono responsabile ci sia stato. Ho risarcito con la sola moneta che avevo e ho nelle mie tasche: l'assunzione di responsabilitá  politica e giudiziaria, il render conto della realtá  dei fatti di allora, il tempo di vita speso in carcere, un presente fatto di rifiuto della violenza.

 

 Altro non ho.

 

 Infine, mi pare che Alessandro Naccarato abbia anche perso di vista l'articolo 27 della Costituzione. Ma questa non è questione di etá .

 

Susanna Ronconi

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori