News per Miccia corta

11 - 01 - 2007

TERRORISMO: MORTO A MILANO ESTREMISTA DI DESTRA NICO AZZI

(ANSA) - MILANO, 11 GEN - E' morto a Milano, in seguito ad un attacco cardiaco, Nico Azzi, 55 anni, estremista di destra, passato alla storia del terrorismo nero per l'attentato al treno Roma-Genova del 7 aprile 1973 perche' l'innesco gli scoppio' tra le gambe. Con se' aveva una copia di Lotta Continua che avrebbe dovuto lasciare nella toilette del treno per deviare le indagini e accreditare la responsabilita' della strage alla sinistra. Per quell'attentato venne condannato a 13 anni di reclusione.

Iscritto al Msi di Milano, militante delle Sam (Squadre Azione Mussolini) aveva aderito alla Fenice, il gruppo milanese guidato da Giancarlo Rognoni strettamente collegato a Ordine Nuovo di Pino Rauti. Azzi venne condannato a due anni di reclusione anche per la morte dell'agente Antonio Marino, ucciso a Milano, durante una manifestazione organizzata dalla destra, da una bomba, lanciata da alcuni fascisti, tra i quali Maurizio Murelli e Vittorio Loi, figlio del campione di boxe. Era stato proprio Azzi a fornire le bombe ai manifestanti. In questi decenni e' stato sentito come testimone in tutti i processi per le stragi, da quella di Piazza Fontana a quella dell'Italicus e di piazza della Loggia. Negli ultimi anni si era avvicinato a Forza Nuova e la sua ultima uscita pubblica era stata nel 2005 in occasione della candidatura di Pasquale Guaglianone, ex Nar (Nuclei armati rivoluzionari) nelle liste di An. Azzi, sposato e padre di una figlia, era collaboratore proprio di Guaglianone in una palestra milanese.

Sul sito di Forza Nuova, che ha dato la notizia, molti i messaggi per ricordarlo con frasi tipo 'che il domani ci colga degni del tuo esempio'. I funerali si svolgeranno domani alle 11 nella basilica di Sant'Ambrogio a Milano. (ANSA).

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori