News per Miccia corta

20 - 12 - 2006

Una lettera di Segio a rettifica di un articolo di Repubblica

Milano, 20 dicembre 2006

 

Caro Direttore,

"Repubblica" di oggi, a pag. 35, mi fa dire che «Le ferite degli anni Settanta da noi sono ancora aperte perché spesso non si è arrivati alla veritá  sul piano giudiziario». All'opposto, io ho invece affermato che quelle vicende e lacerazioni, a distanza di trent'anni, vanno storicizzate (basti ascoltare la registrazione dell'intervista a Repubblica Tv).

I processi si sono tenuti, le sentenze sono state comminate, le pene sono state scontate.

Ora, per voltare veramente pagina, occorre elaborare e approfondire culturalmente quella stagione, attraverso un confronto vero e libero. Nel rispetto dei torti e delle ragioni, e delle sofferenze ancora presenti. Una necessitá  che spetta alla politica e alla societá  non certo alla magistratura.

Data la delicatezza dell'intera materia, chiederei la cortesia di voler pubblicare questa breve precisazione.

 

 

Sergio Segio

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori