News per Miccia corta

10 - 11 - 2006

Amato difende l'ex br Del Bello

(La Repubblica, VENERD√°Ňí, 10 NOVEMBRE 2006, Pagina 28 ‚Äď Interni)

 

 

Il ministro dell'Interno invita la commissione a valutare "senza pregiudizi'' il collaboratore del sottosegretario Bonato 

"Il Senato lo ascolti, quando c'√® pentimento pu√≥ esserci redenzione" 

   

ALBERTO CUSTODERO 

 

ROMA - ¬ęS'√® pentito e redento. Quell'ex terrorista pu√≥ lavorare al Viminale. Sentitelo e valutatelo voi¬Ľ. Giuliano Amato, ministro dell'Interno, ha invitato i membri della commissione Affari costituzionali del Senato a convocare Roberto Del Bello (ex brigatista che oggi collabora con il sottosegretario all'Interno Francesco Bonato, di Rifondazione comunista), per rendersi conto dalle risposte del suo ¬ęreale cambiamento di vita¬Ľ.

¬ęUn Paese a larghissima maggioranza cattolica - ha spiegato il ministro - dovrebbe essere convinto del valore della redenzione quando vi sia il pentimento per il male che pu√≥ essere fatto. Allora dico che dobbiamo valutare e vi chiederei: sentitelo¬Ľ. La commissione presieduta da Enzo Bianco - che decider√°¬† nei prossimi giorni se convocare l'ex brigatista - aveva chiesto chiarimenti ad Amato dopo che, con un'interrogazione, Francesco Storace, di An, aveva proposto la ¬ęrimozione¬Ľ di Del Bello. Questa vicenda richiama il tema dell'opportunit√°¬† di assegnare incarichi istituzionali a chi ha avuto un passato segnato da vicende giudiziarie. Quest'estate hanno fatto discutere i casi dell'ex militante di Prima Linea, Sergio D'Elia, deputato della Rosa del Pugno e segretario della Camera. E di Salvatore Ferraro - l'ex assistente di Filosofia del diritto condannato per favoreggiamento nell'omicidio di Marta Russo - che collabora con il presidente della commissione Attivit√°¬† produttive della Camera, Daniele Capezzone.

Sono storie simili, anche se con sfumature diverse: D'Elia, infatti, √® arrivato al Parlamento perch√© eletto. Ferraro √® pagato dai Radicali. E Del Bello - obietta Francesco Storace - ¬ępur avendo un passato di terrorista, presta servizio in un ministero delicatissimo sul fronte della lotta al terrorismo¬Ľ. La possibilit√°¬† che Del Bello possa essere ascoltato non √® stata giudicata positivamente dal presidente della commissione Affari Costituzionali della Camera, Luciano Violante. ¬ęMi sembra abbastanza singolare - ha commentato Violante - che una commissione parlamentare senta in udienza ufficiale un ex terrorista per sapere da lui se s'√® sufficientemente pentito¬Ľ. ¬ęNon mi pare - ha aggiunto - che sia questo il suo compito. Credo che quella che doveva essere una forma elegante usata da Amato, sia stata presa sul serio¬Ľ.

¬ęAmato - ha replicato Enzo Bianco, il presidente della commissione Affari Costituzionali del Senato - ha voluto andare oltre la questione di legittimit√°¬† e opportunit√°¬†. E ha voluto sottoporre alla nostra valutazione anche l'aspetto umano di una persona che, con un passato ingombrante, ha dimostrato un pieno reinserimento nella societ√°¬†¬Ľ. A questo proposito il ministro dell'Interno ha invitato la commissione a ¬ęnon avere pregiudizio. Ma a valutare la persona non facendo politica pro o contro, o usando strumentalmente questa caso come mezzo di un'azione politica¬Ľ. ¬ęParliamo - ha spiegato Amato ai senatori della commissione - di un essere umano che vent'anni fa poteva essere con certi connotati, e vent'anni dopo pu√≥ presentarsi a noi come un cittadino che ha recuperato tutti i diritti che in principio spettano a ognuno di noi¬Ľ. 

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori