News per Miccia corta

18 - 10 - 2006

Pansa: ``Non è stata un`aggressione, solo un involontario spot``

"Io sono rimasto impassibile, e devo essere grato a questi dodici apostoli rossi dalle teste rasate...

 grazie a loro ho avuto un regalo bellissimo dalla platea, che non si è fatta intimidire". All'indomani delle contestazioni in occasioni della presentazione del suo ultimo libro "La grande bugia" a Reggio Emilia, il giornalista Giampaolo Pansa parla dell'episodio in un'intervista al "Giornale", e sottolinea: "Il pubblico di Reggio Emilia ha dato una grandissima lezione di democrazia a questi giovanotti".

La contestazione, spiega Pansa, "Non la considero come un'aggressione, e nemmeno una mascalzonata. Mi è parso, piuttosto, un gigantesco involontario spot per il mio libro. Li considero, questi ragazzi, dei poveri mosachisti, Dei grotteschi nipotini di Stalin, dei tragici eredi degli squadroni della morte. Non ho mai ricevuto tante chiamate come ieri".

(Apcom)

 in allegato l'articolo de "Il Giornale"

 

SCARICA LA DOCUMENTAZIONE IN FORMATO PDF

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori