News per Miccia corta

15 - 07 - 2006

MOTI REGGIO: A CICCIO FRANCO INTITOLATA ARENA CITTA`

MOTI REGGIO: A CICCIO FRANCO INTITOLATA ARENA CITTA`

IN GIORNO ANNIVERSARIO RIVOLTA DEPOSTA CORONA A MONUMENTO CADUTI


(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 14 LUG - Nel giorno del trentasettesimo anniversario dei Moti di Reggio l`amministrazione comunale della citta` calabrese ha intitolato l`Arena dello Stretto al senatore Ciccio Franco che guido` la rivolta.
Nel corso della cerimonia, alla quale hanno partecipato la moglie di Ciccio Franco, Aida Caminiti, gli assessori ed i consiglieri comunali, il sindaco Giuseppe Scopelliti ha scoperto la targa che porta il nome del senatore. `Una data importante - ha detto Scopelliti - non dimentichiamo il significato che ha questa giornata, il 14 luglio, ed il significato della stele.
Ogni volta che qualche teppista la imbrattera` noi saremo qui, il giorno dopo, a ripulirla`.
Il nipote del leader della rivolta, Antonio Franco, ha invece evidenziato che `io e la mia famiglia siamo orgogliosi di vedere qui tutti questi Amministratori comunali per quanto riguarda, poi, degli atti vandalici contro la stele si tratta di gesti compiuti da minoranze e condannati dalla sinistra istituzionale`.
Stamane il sindaco, gli assessori ed i consiglieri comunali hanno anche deposto una corona di fiori affinche` fosse onorata la memoria dei caduti della rivolta. Alla cerimonia erano presente anche alcuni familiari delle vittime. `Gli eventi del luglio `70 - ha aggiunto Scopelliti - rappresentarono un`esperienza di popolo sintomatica, riferita ad un periodo storico scandito da un particolare fermento e brillantemente guidato da Franco e da tutti gli altri esponenti che vissero in pieno la condizione di Reggio Calabria trentasei anni orsono.
Omaggiare i Caduti di quella Rivolta, i suoi protagonisti, rappresenta la vera continuita` con l`azione di uomini che hanno sofferto, che hanno perso la vita in quelle giornate e di quei tanti giovani che comprendendo quello sforzo, oggi, si ritrovano in piena sintonia con una Citta` che vuole crescere, che e` fuori da logiche affaristiche, da situazioni di conflitti e di lobby di potere che vorrebbero accantonare la fase di cambiamento con cui Reggio Calabria e` sempre pronta a confrontarsi`.
Nel novembre dell`anno scorso, inoltre, sempre il Comune di Reggio ha intitolato anche una stele in ricordo del senatore Ciccio Franco, morto 14 anni fa. `Siamo qui - ha concluso Scopelliti - con l`idea di costruire un grande avvenire per una citta` che vuole essere sempre piu` libera, ed aspira a divenire una grande citta`. Credo che quello che abbiamo costruito in questi anni rappresenti un filo conduttore con quella esperienza degli anni `70. L`entusiasmo, la passione, l`amore che ci hanno trasmesso Ciccio Franco, gli uomini in prima linea durante quei giorni, ed i tanti giovani che scesero in piazza sono il motore che da un senso al nostro operato e che si lega sempre ad una memoria storica che ci appartiene`.

`Ciccio Franco e` stato il rappresentante della peggiore destra fascista, eversiva e stragista, collegata ai servizi deviati con pesanti responsabilita` negli anni piu` bui della nostra storia repubblicana`. E` quanto sostiene in una nota il parlamentare della Rosa nel Pugno, Giacomo Mancini, circa l`intitolazione dell`arena di Reggio a Ciccio Franco, leader della rivolta degli anni `70. L`intitolazione e` avvenuta ieri nell`ambito del 37/mo anniversario dei moti di Reggio.
`E` grave - ha aggiunto - che gli sia stata dedicata una strada ed un` arena della citta` di Reggio Calabria ed e` riprovevole il tentativo revisionista e riabilitativo della sua figura da parte del giovane e per altri aspetti capace sindaco di Reggio`.
`L` intitolazione - ha concluso Mancini - voluta dalla destra indigna, ma il silenzio della sinistra desta non poca meraviglia`.

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori