News per Miccia corta

05 - 05 - 2010

L`addio a Guerrini alfiere dell`anarchia

(Brescia Oggi)

 

Zoom Foto

La cerimonia civile per l'ultimo saluto a Ivan Guerrini FOTOLIVE

Al tempio crematorio di Sant'Eufemia una sessantina di anarchici vecchi e giovani provenienti un po' da tutto il nord Italia ha dato ieri l'ultimo saluto a Ivan Guerrini, lo storico alfiere del movimento scomparso domenica a 87 anni. Prima della cremazione si è svolta la cerimonia civile, durante la quale i « vecchi» compagni hanno rievocato l'itinerario esistenziale di Guerrini.
Agostino Perrini ne ha ricordato la «schietta familiaritá , scevra da pregiudizi, e la incondizionata disponibilitá  verso i giovani», ripensando a quando «a 14 anni invece di andare a messa, la domenica mi recavo nel suo studio a commentare con i compagni i saggi di Bakunin e Malatesta».
Cesare Copeta ha poi tracciato il profilo politico di Guerrini, Paolo Geroldi ne ha sottolineato la vis polemica («Con coerenza ci ha insegnato a non scendere a patti con chi non era interessato ai problemi della povera gente») e Fabio Razzi ha ricordato «il pignolo, ma sempre lucido ideatore e redattore del "Seme anarchico"».
LA CERIMONIA SI è chiusa con la lettura di alcuni versi di Guerrini e con il canto di «Addio Lugano bella» e dell'«Internazionale». ሠstata un'esistenza, quella di Guerrini, interamente dedicata alla «emancipazione cosciente» della povera gente contro tiranni di ogni risma e colore, «suprema spregevole malformazione dell'umanitá », come li definiva. Le ceneri dell'alfiere dell'anarchia in terra bresciana saranno sepolte nel cimitero di San Bartolomeo.F.MAR.

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori