News per Miccia corta

29 - 05 - 2006

Strage della Loggia: 32 anni dopo parte il terzo processo

(Corriere della Sera, 29 maggio 2006)

BRESCIA
Strage della Loggia: 32 anni dopo parte il terzo processo


Il procuratore Tarquini: «Informatizzato l'intero fascicolo, 700mila pagine»

BRESCIA - In piazza Loggia 32 anni dopo la strage. Un muro e un tappeto di fiori freschi come simbolo di un sentimento che non tramonta; per dire che le aspettative di veritá  e giustizia per gli 8 morti e i cento feriti di 32 anni fa non si sono affievolite. Anzi. «Non siamo mai stati e non saremo mai un popolo di rassegnati a una giustizia che non fa il suo dovere» dice Guglielmo Epifani, leader Cgil, relatore ufficiale ieri alla commemorazione. E dal sindaco Corsini arriva l'attesa notizia: «I tempi sono maturi, il terzo processo sulla strage sta per partire. ሠormai questione di pochi mesi». La novitá  è annunciata in una lettera inviata a palazzo Loggia dal procuratore Tarquini che, scusandosi per non poter partecipare alla commemorazione per ragioni di salute, chiede al primo cittadino di estende il suo messaggio a familiari delle vittime della strage, organizzazioni sindacali, amministrazione provinciale per informarli della «realizzazione di una banca dati informatizzata con la digitalizzazione dell'intero fascicolo processuale, costituito da 670 faldoni ed oltre 700 mila pagine, che ora consente di poter rapidamente andare a giudizio».
Sull'efficacia di una veritá  giudiziaria cosí tardiva manifesta tutta la sua perplessitá  Franco Castrezzati, il segretario Cgil che quella piovosa mattina del 28 maggio 1974 aveva aperto la manifestazione sindacale antifascista di piazza. E ieri è tornato lí, davanti alla stele che ricorda i caduti. «La matrice storica e politica di questa strage è nota a tutti - dice - manca peró quella soggettiva, mancano i nomi di esecutori e mandanti. Perdonare? Certo, di fronte ad un pentimento, 32 anni dopo si puó anche perdonare. Ma prima bisogna sapere chi. E chi si nasconde non dimostra certo di essersi pentito».

Nunzia Vallini

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori