News per Miccia corta

06 - 01 - 2010

Polonia, dimezzate le pensioni agli ex comunisti ``Violarono i diritti umani ai tempi della dittatura``


VARSAVIA - La Polonia taglia le pensioni a 40mila funzionari dell'era comunista ed ex ufficiali della polizia segreta, sostenendo che in passato hanno violato i diritti umani. La nuova norma, in vigore dal primo gennaio ma che attende il vaglio di costituzionalitá , taglia i pagamenti mensili di oltre il 50 per cento. Tra quelli colpiti dal provvedimento del governo di centrodestra c'è anche il generale Wojciech Jaruzelski, l'ultimo leader della Polonia comunista: il suo stipendio scende da 2.100 a 1000 euro.

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori