News per Miccia corta

03 - 03 - 2006

FRANCIA: Muore in cella leader di Action directe



PARIGI
Muore in cella leader di Action directe

Joá«lle Aubron, 46 anni, ex membro di Action directe, è morta ieri a Parigi. Aveva trascorso 17 anni in carcere, condannata all`ergastolo per l`assassinio, nell`85 e nell`86, del generale René Audran e del presidente di Renauld, Georges Besse. A causa del cancro ai polmoni di cui soffriva, aveva potuto ottenere una sospensione di pena nel giugno 2004, dopo essere stata operata di un cancro al cervello. Era la sola del gruppo di Action directe a non essere piú in carcere. Gli altri cinque membri restano in prigione, malgrado le ripetute petizioni per la loro liberazione, vent`anni dopo i fatti. In particolare, Nathalie Ménigon, anche lei gravemente malata, continua a rimanere dentro. Venerdí scorso, alcuni consiglieri verdi e comunisti di Parigi avevano chiesto al sindaco Bertrand Delanoá« di associarsi, «a nome del Consiglio di Parigi», all`appello a favore della liberazione dei prigionieri, «in particolare in applicazione delle disposizioni previste dalla legge Kouchner», che prevede la liberazione per i detenuti gravemente malati. Una petizione in questo senso è stata firmata da 2mila persone. Jean-Marc Rouillan, Nathalie Ménigon, Georges Cipriani - che sono al loro ventesimo anno di carcere - e Régis Schleicher, che è in prigione da 22 (condannato per la fucilata dell`avenue Trudaine in cui era stato ucciso un poliziotto) hanno chiesto la liberazione condizionale, ma nessuno l`ha finora ottenuta, malgrado il loro stato di salute, annientati dalla sconfitta politica e dai lunghi anni di carcere. Un caso di vero e proprio accanimento carcerario contro un gruppo, certo violento, ma che ormai non rappresenta piú nessun un pericolo per la societá  (a.m.m.).
I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori