News per Miccia corta

09 - 09 - 2009

``La Resistenza ha dato dignitá  all'Italia``

(la Repubblica, mercoledí 9 settembre 2009)

 

 

 

 

 

ROMA - «Tra gli 87mila caduti nella Liberazione ci sono stati tanti partigiani e militari che hanno combattuto per ridare libertá , indipendenza, e dignitá  all'Italia», ha detto il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel corso delle celebrazioni per l'otto settembre a porta San Paolo, nella capitale. Questi sono «valori fondamentali da sottolineare oggi alla vigilia - io spero - dell'inizio dell'attivitá  celebrativa del 150.mo anniversario dell'Unitá  nazionale», ha detto il capo dello Stato limitando a quell'«io spero» la polemica sui ritardi del governo nel preparare adeguati festeggiamenti per l'anniversario dell'Unitá  d'Italia.

A suo parere, «c'è anche da sottolineare la continuitá  con le battaglie del Risorgimento e le altre che fanno dell'Italia uno Stato unitario e democratico». «Mi sembra che nella sua essenzialitá » ha detto ancora Giorgio Napolitano interrogato dai giornalisti al termine della deposizione d'una corona ai caduti sulle mura aureliane di piazzale Ostiense, «la giornata di oggi sia molto significativa».

Il presidente della Repubblica era accompagnato dal ministro della Difesa La Russa, dal sindaco di Roma Alemanno (che dice: «Non sono mai stato fascista, solo missino») e dal presidente della Regione Marrazzo. E proprio La Russa, ex missino, ha voluto sottolineare che «con questa celebrazione è stato compiuto un cammino significativo verso la «concordia nazionale». L'esponente di An ha ricordato come in occasione dell'ultimo 25 aprile le parole pronunciate da Napolitano e Berlusconi sono state accolte da un largo consenso. «Qui si compí un miracolo che quindici giorni dopo si ripetè con il sacrificio di Salvo D'Acquisto».

La celebrazione alla presenza del capo dello Stato, secondo l'esponente di An, ha testimoniato «l'unitá  di tutta la nazione nel ricordare questa data e nel celebrarla come elemento fondante della nostra unitá  e del nostro stare insieme». Una celebrazione in un clima sereno e dialogante. Conclusa a sorpresa da un caffè preso da Napolitano, La Russa e il sindaco Alemanno sotto un chiosco del vicino parco della Resistenza.

(g.batt.) 

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori