News per Miccia corta

26 - 04 - 2009

``Repubblichini come i partigiani`` ora vacilla il ddl della maggioranza

 

(la Repubblica, domenica, 26 aprile 2009)

 

 

 

La legge prevede l'Ordine del Tricolore e un vitalizio per tutti i combattenti 

 

 

LIANA MILELLA 

 

 

 

ROMA - Un ¬ęordine del Tricolore¬Ľ per tutti. Per chi fu gappista o partigiano e per chi combatt√© dall'altra parte, per la repubblica di Sal√≥. Un vitalizio annuo di 200 euro da versare sempre entro il 31 luglio. E un 20 per cento in pi√ļ per le pensioni. E' scritto in una proposta di legge il 23 giugno 2008, oggi all'esame della commissione Difesa della Camera, che nel giorno dell'unit√°¬† sul 25 Aprile fa litigare Franceschini e Berlusconi. ¬ęGli chiedo di essere coerente e di far ritirare dal gruppo parlamentare del Pdl il progetto di legge di cui √® gi√°¬† iniziata la discussione alla Camera che prevede l'equiparazione di repubblichini e partigiani. Per essere coerenti ritirino domani il progetto di legge¬Ľ, dice il leader del Pd.

l premier non dice no, non chiude la porta. ¬ęE un tema - dice il Cavaliere - su cui ancora non ho riflettuto. Ci sono state differenze anche se la piet√°¬† deve naturalmente andare anche a coloro che credendosi nel giusto hanno combattuto per una causa che era una causa persa. Su questo tema rifletteremo¬Ľ.

Berlusconi forse vuole nuove polemiche proprio nel giorno della Festa della Liberazione.

Chi non si spaventa delle polemiche √® invece Lucio Barani, il deputato del Nuovo Psi che ha presentato la proposta di legge. Circola a Montecitorio con un garofano rosso all'occhiello e dice ¬ęsono socialista, figlio di un partigiano, non posso essere sospettato di revisionismo¬Ľ). E' entusiasta di Berlusconi (¬ęConosce la mia proposta e la condivide¬Ľ) e di Napolitano (¬ę√°ňÜ per la pacificazione¬Ľ), n√© pensa al passo indietro. Nel comune di cui √® stato sindaco (Aulla) ha eretto una statua di Craxi e affisso il cartello "paese dedipietrizzato", ignora Alemanno.

Il sindaco di Roma, appena ieri mattina, ha platealmente firmato, a Forte Bravetta, la petizione del consigliere comunale Pd Paolo Masini che chiede di stoppare la legge. Lui risponde: ¬ęLa storia non la ferma nessuno, neppure Alemanno. La pacificazione c'√® stata in Spagna, Portogallo, Grecia. L'ha chiesta, quand'era presidente della Camera, Violante. Se n'√® fatto interprete, nella sua ultima intervista, Craxi. Il mio "ordine del tricolore" sta sulla scia dell'amnistia per tutti concessa da Togliatti e delle pensioni per tutti di Scelba e Tambroni¬Ľ.

Massimo D'Alema piglia le distanze perch√© ¬ęnon si pu√≥ mettere sullo stesso piano la Resistenza e Sal√≥¬Ľ. Ma Barani non demorde: ¬ęGiuliano Vassalli nel "ňú35 vinse un premio fascista, oggi dice che ha sbagliato, ha presieduto la Consulta e tutti lo consideriamo un padre della patria. Vogliamo forse parlare di Spadolini? Dopo 60 anni quella pagina va chiusa¬Ľ.

Soddisfatto, cita chi ha firmato la legge, tutti pidiellini, il suo segretario Stefano Caldoro, l'ex Pri Ricardo Antonio Merlo, due dell'Mpa (Lo Monte e Sardelli). Nessuno lo ha chiamato per fermarsi. Ma la disciplina di gruppo conta. Il bergamasco Gregorio Fontana, classe "ňú63, non lo scarica, ma √® cauto. ¬ęUn vecchio socialista come lui √® al di sopra di ogni sospetto, non √® un reduce di Sal√≥, e per questo ho firmato una legge che perseguiva la pacificazione. Se per√≥ dovesse rinfocolare odi e divisioni, sarei pronto a fare un passo indietro¬Ľ. 

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori