News per Miccia corta

21 - 04 - 2009

25 aprile, La Russa contro i partigiani rossi

 

(la Repubblica, martedí, 21 aprile 2009)

 

 

 

 

 

Non ancora esclusa la presenza di Berlusconi a Milano Moratti e Formigoni prendono tempo 

 

 

ANDREA MONTANARI 

 

 

 

MILANO - L'unica certezza, al momento, √® che Silvio Berlusconi parteciper√°¬† sabato, per la prima volta, alle celebrazioni per il 64¬į anniversario della Liberazione dal nazifascismo. Anche se non √® ancora chiaro dove. Le ultime indiscrezioni parlano di Montelungo, dove si recher√°¬† il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ma restano ancora in piedi le ipotesi di una nuova visita del premier nelle zone terremotate dell'aquilano o che partecipi nel pomeriggio alla tradizionale manifestazione nazionale organizzata dall'Anpi a Milano, dove lo ha invitato nei giorni scorsi il segretario del Pd Dario Franceschini.

Dal suo entourage, non trapela altro. Ma √® sufficiente a far salire ulteriormente la tensione tra maggioranza e opposizione. Il ministro della Difesa Ignazio La Russa rilancia: ¬ęI partigiani rossi meritano rispetto, ma non possono essere celebrati come portatori di libert√°¬†¬Ľ. Pronta la replica del portavoce del Pd Andrea Orlando: ¬ęLa Russa ha oltrepassato il segno. Fare distinzioni tra partigiani buoni o cattivi √® intollerabile oltre che menzognero nei confronti della verit√°¬† storica¬Ľ. Chiede rispetto anche Pierluigi Castagnetti del Pd: ¬ęQuelle di La Russa sono solo manifestazioni di incapacit√°¬† ad accogliere il senso storico di quella pagina gloriosa della storia d'Italia¬Ľ. Sulle barricate pure l'estrema sinistra. Per Oliviero Diliberto del Pdci ¬ęil premier farebbe meglio ad andare in Sardegna perch√© non si pu√≥ diventare antifascisti in un sol colpo¬Ľ, mentre il segretario di Rifondazione Paolo Ferrero aggiunge: ¬ęSe non dichiara apertamente il suo antifascismo, la sua partecipazione sarebbe solo una presa in giro degli italiani¬Ľ.

Ma anche il centrodestra si divide. Il capogruppo del Pdl alla Camera Fabrizio Cicchitto invita il premier a ¬ęnon dover dimostrare le sue credenziali a Franceschini andando a farsi fischiare in piazza Duomo a Milano, come √® gi√°¬† successo a Bossi e alla Moratti¬Ľ. Nel frattempo, a Milano √® gi√°¬† partito sul sito Indymedia il passaparola negli ambienti vicini ai centri sociali e alla sinistra antagonista. Al grido: ¬ęBerlusconi se ne stia a casa. Antifascisti sempre¬Ľ. Tanto che il verde Carlo Monguzzi lancia un appello a tutte le anime della sinistra: ¬ęSe Berlusconi verr√°¬† a Milano ci sar√°¬† una piazza divisa in due: la prima fischier√°¬† Berlusconi, la seconda il Pd che l'ha invitato. Pensiamo solo a organizzare una grande manifestazione, non a Berlusconi¬Ľ.

Il governatore lombardo Roberto Formigoni e il sindaco di Milano Letizia Moratti prendono ancora tempo e si affidano al premier. ¬ęMi consulter√≥ con Berlusconi, ma nel "ňú95 partecipai e fui fischiato¬Ľ - precisa il primo. ¬ęSto valutando, anch'io sentir√≥ il premier¬Ľ - sottolinea la seconda, che nel 2006 fu costretta ad abbandonare la manifestazione insieme al padre Paolo Brichetto Arnaboldi, ex deportato a Dachau. Il suo predecessore Gabriele Albertini, ora eurodeputato del Pdl, per√≥ non ha dubbi: ¬ęIl sindaco di Milano non pu√≥ mai mancare sul palco di Piazza Duomo. E se il caso si prende i fischi, come √® capitato a me. Le istituzioni non possono dimenticare che Milano ha ricevuto la medaglia d'oro¬Ľ. 

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori