News per Miccia corta

04 - 04 - 2009

Neonazi e centri sociali, sfida in centro

 

(la Repubblica, sabato, 04 aprile 2009, Pagina IX – Milano)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Polizia e carabinieri in strada con 1300 uomini Forza Nuova vuole manifestare anche in piazza Affari

 

 

 

SANDRO DE RICCARDIS

 

ORIANA LISO

 

 


Si moltiplicano gli appelli alle istituzioni e le raccolte di firme. Arrivano annunci di nuovi presidi non autorizzati. Sale la tensione sui siti Internet e nei luoghi di aggregazione di entrambi gli schieramenti. Domani, dalle 11, mentre una parte della cittá  sará  attraversata dall'onda della Stramilano, un'altra si è data appuntamento per partecipare o per contestare il convegno di Forza Nuova all'Hotel Cavalieri di piazza Missori. Un incontro dal titolo "La nostra Europa: popoli e tradizioni contro banche e poteri forti" che, ancora ieri, molte realtá  dell'antifascismo, della sinistra e dell'area antagonista hanno chiesto al prefetto di annullare.

 

La Cgil - con Casa della Cultura, Arci e altri -ha presentato in prefettura la richiesta di vietare il convegno anche perché «tutti i soggetti politici invitati sono noti in Europa per le loro idee razziste e antidemocratiche» e perché «le forze dell'ordine sanno benissimo come potrebbe andare a finire, hanno percezione della gravitá  della situazione», dice il segretario Cgil Onorio Rosati riferendosi ai numeri che circolano sul possibile schieramento di polizia e carabinieri - tra i 1.200 e i 1.300 uomini - per evitare incontri o scontri tra i militanti di Forza Nuova e quelli dell'area antagonista. Nel pomeriggio, poi, una delegazione di manifestanti è andata in corso Monforte per consegnare 20mila firme contro i presidi annunciati dall'europarlamentare e segretario nazionale di Forza Nuova Roberto Fiore.

 

Uno dei due sit-in, alle 11 di domenica, doveva svolgersi «davanti alla chiesa di Sant'Ambrogio», cosí inizialmente aveva detto Fiore: ma ieri sera, dopo un incontro in questura, ha specificato invece che entrerá  in chiesa con il segretario generale del Front National, Gollnisch, per seguire la messa in latino. Il secondo, invece, è annunciato per le 18,30 in piazza Affari: per questo, quasi sicuramente, la questura non dará  autorizzazione. Ieri c'è stata anche l'offensiva partita dal sito Indymedia: in molti hanno telefonato ai centralini e mandato mail all'hotel per protestare contro la concessione della sala. L'albergo, da parte sua, risponde ricordando di non essere «una sede istituzionale o un luogo pubblico, e di avere come obiettivo aziendale il profitto, conseguito tramite l'accoglienza a chi ne fa richiesta e non la discriminazione».

 

La sala prenotata, stando all'ultima conta fatta da Forza Nuova, potrebbe contenere non piú di metá  delle 500 persone attese: gli altri dovrebbero restare fuori, a meno che non si trovi una soluzione in extremis, ma sarebbe troppo pericoloso per l'ordine pubblico. I militanti attesi da fuori Milano arriveranno giá  stasera e pernotteranno in piazza Aspromonte, nella sede di Forza Nuova. Da qui, domani, si muoveranno intorno alle 14 per raggiungere piazza Missori: assicurano di aver concordato con la questura il modo «meno problematico», anche con la collaborazione di Atm. Il timore delle forze dell'ordine è peró che lungo il tragitto possano avvenire contatti con gruppi di militanti di estrema sinistra staccatisi dalla manifestazione autorizzata di piazza Scala.

 

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori