News per Miccia corta

14 - 03 - 2009

Fausto, Jaio e Dax, storie diverse per non cancellare la memoria collettiva

 

(Liberazione, 14 marzo 2009)

 



Milano, murales per Fausto e Jaio Foto Luca Carati

Al Leoncavallo di via Watteau 7 a MILANO i fili della memoria collettiva riannoderanno storie diverse, sotto il segno dell'antifascismo. Fausto, Jaio e Dax «saranno infatti ricordati intrecciando il tema del narcotraffico, che tanta parte ha avuto nell'omicidio dei due compagni del Leoncavallo, impegnati nella redazione di un dossier contro l'eroina (che denunciava l'intreccio materiale tra il dilagare di questa sostanza tossica e i milieu fascisti sulla piazza milanese), il fascismo in camicia nera narrato da Bebo Storti, la controinformazione, mediante la proiezione in anteprima del film "Con Dax nel cuore" di Andrea Pastor e la cultura dei movimenti degli anni settanta, grazie al contributo di Claudio Lolli. Si parte alle 18.30 con la proiezione del film di Andrea Pastor "Con Dax nel cuore" (seconda proiezione alle 22.30: «La madre rievoca con rabbia e disperazione la morte del proprio figlio ucciso qualche giorno prima da fascisti di quartiere. E si ritorna al 23 marzo 2003, ultima giornata trascorsa con Davide Cesare (Dax): in un mattino di sole i suoi compagni si alternano a sorreggere la bara, in un corteo funebre ritmato dai rintocchi delle campane e dalle sonoritá  live del gruppo piú amato, la Banda Bassotti. E poi, nel pomeriggio, con ancora Davide nel cuore, un altro rito per le strade di Milano, un corteo antifascista contro chi ha assassinato l'amico e contro i potenti che provocano le guerre. E' il momento della catarsi, di un lutto che si elabora con il fuoco, con la messa a morte simbolica del Dominio fino a quando la telecamera, rimasta involontariamente accesa nella custodia, non lascia trapelare che un tessuto nero e gli ultimi slogan». Alle 21 presentazione del libro di Luca Rastello "Io sono il mercato" (Edizioni Chiarelettere), sará  presente l'autore: la storia di uomini normali, insospettabili padri di famiglia saliti al vertice del narcotraffico internazionale. Una storia "criminale", raccontata da uno dei protagonisti, che svela le astuzie del sistema cocaina, ma anche la vita e le abitudini dei grandi trafficanti. I pesci grossi, quelli che non ingoiano gli ovuli né trasportano la droga nei doppi fondi delle valigie, ma nei cargo, nei container, a tonnellate alla volta. Uno sguardo dall'interno. Un nuovo punto di osservazione per capire come l'economia illegale riesce a infiltrarsi nell'economia legale e a condizionarla. Alle 23.30 reading di Bebo Storti liberamente tratto da "Mai morti": Storti reinterpreta liberamente il suo personaggio piú famoso, il vecchio camerata della Decima Mas di "Mai morti". Un'amara carrellata sulla nostra storia recente vissuta attraverso il lucido delirio di un irriducibile nostalgico. E poi il concerto di Claudio Lolli, cantautore, poeta e scrittore.

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori