News per Miccia corta

06 - 03 - 2009

La pena infinita. Un commento di Patrizio Gonnella

 

(linkontro.info)

 

di Patrizio Gonnella



Susanna Ronconi e Sergio Segio, in basso gli attori Mezzogiorno e ScamarcioIl Corriere della Sera ha lanciato una campagna contro il film tratto dal libro di Sergio Segio che racconta la sua militanza in Prima Linea. Si contestano il contributo dato dallo Stato e il conseguente patrocinio del Comune di Milano. Non si vede perché un film se tratta di terrorismo non possa meritare – se di qualitá  – un sostegno economico da parte dello Stato. Gli anni settanta sono un pezzo di storia italiana ed è giusto che siano raccontati.

La questione – in un Paese democratico – dovrebbe essere solo una, ossia se il film è di buona o cattiva fattura artistica. La Costituzione dice inequivocabilmente che la cultura e l'arte sono libere.

Il punto è un altro. Dietro le polemiche nei confronti del film tratto dal libro di Sergio Segio c'è una idea vendicativa della pena. Sergio Segio è da anni impegnato in attivitá  di grande impegno sociale. Vale questo piú che qualsiasi dichiarazione di pentimento, a volte strumentale alla possibilitá  di ottenere benefici o premi.
I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori