News per Miccia corta

19 - 01 - 2009

Battisti, il ministro si difende ``Voi non ci avete dato Cacciola``

 

(Repubblica.it)

 

di OMERO CIAI



Battisti, il ministro si difende "Voi non ci avete dato Cacciola"

Cesare Battisti

BRASILIA - Il ministro della Giustizia brasiliano, Tarso Genro, difende l'asilo politico concesso a Battisti e paragona il suo caso a quello del banchiere italo-brasiliano Salvatore Cacciola, condannato in Brasile per reati finanziari.

In una intervista a Porto Alegre, dove si trova in vacanza, con il quotidiano "La Folha de Sao Paulo", il ministro Genro ha risposto alla lettera del presidente Napolitano sostenendo che nel caso Battisti il governo brasiliano ha attuato rispettando la legge e la Costituzione allo stesso modo in cui ha fatto l'Italia quando non concesse l'estradizione di un "criminale comune" come il banchiere Cacciola. Salvatore Cacciola, nato a Milano nel '44, venne condannato in Brasile a 13 anni di carcere per il fallimento di una banca. Cacciola si rifugió in Italia ma piú tardi venne arrestato dall'Interpol a Montecarlo ed estradato in Brasile.

Riguardo a Battisti, dice Genro, la decisione di concedere lo status di rifugiato politico "si basa su diversi aspetti". "Primo, - dice il ministro - per il governo italiano Battisti ha commesso reati contro lo Stato, reati politici. Secondo: egli ha giá  goduto dell'asilo politico per 11 anni in Francia, status che gli venne concesso dall'allora presidente Mitterrand".

Inoltre Genro ricorda che il Brasile ha una lunga tradizione giuridica garantista per quello che si riferisce all'asilo politico. "Tanto di destra come di sinistra". E cita i casi dell'ex dittatore del Paraguay Stroessner e del generale francese Bidault, quello che organizzó, ai tempi dell'indipendenza dell'Algeria, un fallito attentato contro De Gaulle. Entrambi ottennero l'asilo politico in Brasile. Infine il ministro della Giustizia dice che anche in Brasile fino ad ora la sua decisione è stata valutata da un punto di vista ideologico e non su quello giuridico costituzionale.

Una risposta ufficiale del presidente brasiliano Lula alla lettera del presidente Napolitano è attesa per la giornata di oggi, o al piú tardi, domattina. Lula si consulterá  nel pomeriggio a Brasilia con il ministro degli esteri, Celso Amorin, prima di incontrare l'ambasciatore italiano.
I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori