News per Miccia corta

22 - 12 - 2008

«Soldi al film su Prima linea Ma non esalti i terroristi»

 

 (Corriere della Sera, 20 dicembre 2008)

 

 

La commissione ministeriale mette ¬ęsotto tutela¬Ľ il progetto ¬ęOgni variazione del copione dovr√°¬† essere comunicata. Niente tribune per gli ex estremisti¬Ľ. Scamarcio protagonista

 

 

Franco Renato

 

 


MILANO - Contributo statale da un milione e mezzo di euro e riconoscimento di interesse culturale: La prima linea, il film sul terrorismo del regista Renato De Maria, alla fine √® uscito indenne dalle forche caudine del ministero. Ma ancor prima di andare in sala fa gi√°¬† discutere. Tratto dal libro Miccia corta di Sergio Segio (ex comandante Sirio del gruppo terroristico), che racconta l' assalto al carcere di Rovigo, anno 1982, per liberare quattro ¬ędetenute politiche¬Ľ, il film si muove su un materia liquida, da maneggiare con cura di questi tempi. E allora la commissione cinema del ministero dei beni culturali - che lo scorso ottobre aveva gi√°¬† rinviato la decisione sul finanziamento - ha voluto mettere tutti i puntini sulle ¬ęi¬Ľ. E in modo inconsueto ha voluto dilungarsi a spiegare la decisione. La sceneggiatura presentata (punteggio 30 su 35) - spiega la commissione - √® ¬ęsostanzialmente cambiata¬Ľ rispetto alla versione presentata sei mesi fa e anche ¬ęsostanzialmente distaccata dal libro rispetto al quale √® liberamente ispirata¬Ľ. La commissione ha anche ribadito i ¬ępaletti¬Ľ ai quali √® stata subordinata la concessione del contributo. In pratica, ogni variazione ¬ędovr√°¬† essere tempestivamente comunicata¬Ľ per essere sottoposta ad approvazione. La copia campione sar√°¬† visionata per stabilire la ¬ęsostanziale conformit√°¬† al progetto¬Ľ. La produzione si √® impegnata nella fase di promozione del film ¬ęa non utilizzare nessuno dei protagonisti reali della storia e a non dare tribune ad ex terroristi¬Ľ. Detto cos√≠ pare proprio una gabbia, un finanziamento condizionato. Andrea Occhipinti, presidente e amministratore di Lucky Red che produce La prima linea spiega: ¬ęNon sono paletti specifici. Tutti i film che ottengono un finanziamento sono tenuti a comunicare le variazioni di sceneggiatura: √® la legge. Ci era gi√°¬† successo con Il divo¬Ľ. Quanto alla modifica della sceneggiatura aggiunge: ¬ęIl film non √® cambiato. Il progetto √® rimasto quello. Siamo coscienti delle problematiche che tocca, delle sensibilit√°¬† che pu√≥ suscitare, delle ferite che sono ancora aperte¬Ľ. Chiude: ¬ęIl progetto sar√°¬† una coproduzione con i fratelli Dardenne e ha ottenuto all' unanimit√°¬† anche il riconoscimento e il contributo del comitato Eurimages (Consiglio d' Europa) al quale aderiscono 33 paesi europei¬Ľ, tra cui l' Italia. Tra i 14 film riconosciuti di interesse culturale (di cui nove hanno avuto un contributo) anche Lo spazio bianco di Francesca Comencini, Scossa di Lizzani, Frezza, Gregoretti, Russo e Maselli, Cosa voglio di pi√ļ di Soldini . Se si √® discusso su tutto, non si discute sui due protagonisti del film di De Maria: Riccardo Scamarcio sar√°¬† l' ex comandante Sirio, Giovanna Mezzogiorno la sua compagna Susanna Ronconi. Cast di prima linea.

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori