News per Miccia corta

20 - 12 - 2008

Polemica a Roma: ``Mambro e Fioravanti non collaborino col Comune``

 

(la Repubblica, sabato, 20 dicembre 2008)

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 ROMA - Da Rutelli ad Alemanno senza imbarazzi: Maurizio Costanzo è stato ingaggiato ieri dal sindaco romano di centrodestra come consulente per la Comunicazione sociale. Piú o meno lo stesso incarico svolto negli anni '90 per il centrosinistra. Non è l'unica sorpresa spuntata ieri dalle cronache del Campidoglio. Fra i volontari della onlus "Angeli4" promotrice della manifestazione di solidarietá  natalizia Spqr in corso in piazza Navona ci sono anche Francesca Mambro e Giusva Fioravanti. I due ex terroristi neri pluriergastolani, attualmente in regime di semi-libertá  e animatori di una serie di associazioni a tutela dei diritti dei piú deboli, da qualche tempo avrebbero allacciato un rapporto piuttosto assiduo con l'assessorato capitolino alla Cultura retto da Umberto Croppi, uno degli uomini piú vicini al sindaco Alemanno. Piú di una volta sono stati visti salire ai piani alti di Piazza Campitelli, sede del dipartimento comunale. L'ultima proprio per sostenere l'iniziativa organizzata da alcune onlus, tra cui "Angeli4" (nata nel 2003 per occuparsi di bimbi in stato di abbandono e presieduta dall'ex presidente del Tribunale dei Minori Simonetta Matone) e "Un amore infinito", legata a un altro ex Nar, Guido Zappavigna. Subito patrocinata sia dal Comune di Roma, sia dai ministeri alla Gioventú e alle Pari Opportuntá , di cui Matone è capo di gabinetto. «Non ne ero a conoscenza» dice l'assessore Croppi, «ma se cosí fosse non ci troverei nulla di male». Ma «bravo Alemanno, la destra di matrice fascista non si smentisce» accusa il segretario romano del Pdci, Fabio Nobile. Innescando la replica del portavoce del sindaco: «Non è compito del Comune controllare chi aderisce alle singole associazioni, ma solo verificare i legali rappresentanti come la dottoressa Matone e la bontá  dell'iniziativa».

 

(gio.vi.)

 

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori