News per Miccia corta

25 - 11 - 2008

PIAZZA DELLA LOGGIA. 34 ANNI DOPO SI APRE UN NUOVO PROCESSO

 

(da: Daniele Biacchessi - Facebook)

 


Brescia, Piazza della Loggia
28 maggio 1974
Parla Franco Castrezzati della Cisl.
Sono le 10 e 12 minuti.

"Amici e compagni, lavoratori, studenti, siamo in piazza perché in questi ultimi tempi una serie di attentati di chiara marca fascista ha posto la nostra cittá  all'attenzione preoccupata di tutte le forze antifasciste. Sono cosí venuti alla luce uomini di primo piano che hanno rapporti con gli attentatori di piazza Fontana e del direttissimo Torino-Roma, vengono pure alla luce bombe, armi, tritolo, esplosivi di ogni genere. Ci troviamo di fronte a trame intessute segretamente da chi ha mezzi e obiettivi precisi. A Milano... .....

State fermi... state calmi, state calmi. State all'interno della piazza, il servizio d'ordine faccia cordone intorno alla piazza, state all'interno della piazza. Invitiamo tutti a portarsi sotto il palco, venite sotto il palco, state calmi, lasciate il posto alla Croce Bianca, lasciate il passo, lasciate il passaggio delle macchine, tutti in piazza della Vittoria, tutti in piazza della Vittoria."

La strage uccide 8 persone, ne ferisce 100.
Oggi, 34 anni dopo, siamo all'ultimo processo.
I giudici della Corte d'assise di Brescia dovranno giudicare sei imputati, accusati di concorso in strage: gli ordinovisti veneti Delfo Zorzi e Carlo Maria Maggi, un estremista di destra legato ai servizi segreti, Maurizio Tramonte, Pino Rauti, l'ex generale dei carabinieri Francesco Delfino che fece le indagini nella prima inchiesta e Gianni Maifredi. In passato tutti gli imputati sono stati assolti.
34 anni dopo, sará  difficile raggiungere una veritá  giudiziaria. Ma i parenti delle vittime chiedono comunque si faccia luce su una delle pagine piú buie della nostra democrazia.

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori