News per Miccia corta

21 - 11 - 2008

Sos xenofobia in Germania. Nasce la task force anti-nazi

 

(Liberazione, venerdí, 21 novembre 2008)

 

 

 

Matteo Alviti

 



Berlino

«Il centro dell'azione di questa nuova forza di polizia sará  la lotta all'estremismo di destra». Spiega cosí, Bernd Merbitz, a capo della polizia della Sassonia, il senso dell'istituzione della Squadra d'intervento mobile in difesa dello stato (Mes, la sigla tedesca), la prima squadra speciale anti-nazi. La Mes, sono queste le novitá  piú rilevanti, opererá  anche sotto copertura e combatterá  l'estremismo di destra considerandolo alla stregua della criminalitá  organizzata.

I compiti della Mes comprendono diversi fronti: la squadra mobile della polizia criminale sassone si dovrá  misurare anche con eventuali organizzazioni terroristiche, anche se fino a oggi non ci sono concreti segnali di pericolo in tal senso. Ma soprattutto avrá  il compito di tenere sotto controllo le violenze politiche, in particolare quelle commesse dall'estrema destra, come ha confermato alla Tageszeitung un portavoce del ministero degli interni locale.

Se infatti i delitti e le violenze riconducibili al mondo dell'estremismo di sinistra sono rimaste costanti nell'ultimo periodo, sono invece in preoccupante aumento quelle provocate da soggetti legati alla galassia neonazista. Nei primi nove mesi dell'anno la polizia sassone ha registrato un incremento del 19% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente: 1808 reati in tutto, di cui ben 86 aggressioni. Lo scorso settembre estremisti di destra hanno attaccato e incendiato un centro di permanenza per richiedenti asilo a Oppacher, una cittadina della regione, e un altro a Eilenburg, con le molotov. La Sassonia - governata da una grande coalizione a guida cristianodemocratica - è uno dei cinque Lá¤nder dell'ex Repubblica democratica, economicamente ancora arretrati rispetto ai cosiddetti vecchi Lá¤nder della Repubblica federale.

Giá  nel 1991 la Sassonia era stata la prima regione in Germania ad aver istituito un'unitá  speciale per la lotta al neonazismo, la "Soko Rex", unitá  speciale Rex. Oggi la "Soko Rex" è ancora attiva - anzi, proprio nei giorni scorsi è stata rinforzata con 12 agenti - e indaga su delitti e organizzatori di gruppi neonazisti, cercando di impedire raduni o concerti non autorizzati. In Germania è reato, perseguito, fare il saluto romano o esporre simboli nazisti. Il lavoro della "Soko Rex" non è affatto facile. Gli organizzatori fanno molta attenzione a tenere nascosti i luoghi dei concerti. Spesso mandano professionisti insospettabili ad affittare capannoni in luoghi desolati e il pubblico viene informato poche ore prima via sms.

A differenza di quel primo gruppo d'investigatori, oggi la Mes è autorizzata a operare sotto copertura, infiltrando suoi uomini nei movimenti, per fare ricerche e raccogliere materiale incriminante. Proprio come accade per la criminalitá  organizzata. La Mes potrá  contare su trenta agenti attualmente in forze alla polizia criminale regionale - in Germania le forze di polizia sono organizzate su base regionale, il che, a volte, complica la persecuzione di attivitá  criminali di piú ampio respiro. Proprio in questi giorni gli investigatori stanno completando la fase di preparazione e istruzione specifica per i nuovi compiti che gli verranno assegnati, che ne faranno «il commando piú moderno in Germania», secondo il capo della polizia Merbitz.

Non tutti, in Sassonia, sono convinti della nuova squadra anti-nazi. Non perché non ce ne sia bisogno. Ma perché le giá  esigue forze di polizia della regione, private di trenta agenti, saranno ancora piú in difficoltá , lamenta il sindacato di categoria. Proprio l'insufficienza di personale, negli anni scorsi, aveva ritardato l'istituzione della Mes, di cui si discuteva da tempo.

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori