News per Miccia corta

28 - 11 - 2005

Sofri: concessa la sospensione pena per motivi di salute

da Corriere.it

Lo ha reso noto l`onorevole Franco Corleone, la conferma di Pannellla Sospesa la pena a Sofri per motivi di salute Il commento del figlio Nicola: «Era l`ultima delle mie preoccupazioni, mi sembrava una decisione scontata»

Ad Adriano Sofri è stata concessa la sospensione della pena per motivi di salute. La conferma arriva da Franco Corleone, ex sottosegretario alla Giustizia e attualmente garante dei diritti dei detenuti per conto del comune di Firenze. Corleone, parlando con l`ADNKRONOS, ha citato «fonti dell`amministrazione carceraria». Giá¡ domenica Corleone aveva ipotizzato la possibilitá¡ che Sofri ottenesse il beneficio della sospensione della pena, stando all`articolo 146 del codice penale e all`articolo 684 del codice di procedura penale.
ሠsufficiente che «il servizio sanitario penitenziario presenti una proposta di sospensione della pena, per incompatibilitá¡ con la detenzione date le condizioni di salute - spiegava Corleone -. Questa richiesta dovrá¡ poi essere esaminata dal tribunale di sorveglianza, che poi potrá¡ sospendere la pena e liberare il detenuto». Secondo quanto si apprende da ambienti medici pisani, Adriano Sofri sarebbe stato colpito dalla sindrome di Mallory-Weiss, che provoca gravi disturbi all`esofago.
Anche Marco Pannella, in un collegamento in diretta con Radio Radicale, ha annunciato la concessione della sospensione di pena per Adriano Sofri. «Credo che Randi (la compagna di Sofri, ndr) e i familiari di Adriano abbiano ricevuto la comunicazione formale che il giudice di sorveglianza ha stabilito - in base alle procedure e alla esposizione fatta dal direttore sanitario dell`ospedale - la sospensione della pena per sei mesi per Adriano Sofri», ha annunciato Pannella. «Naturalmente questo non cambia la situazione sul piano di fondo, ma è molto importante, perché dimostra che dei segmenti di una Amministrazione disastrata ed infame riescono a volte a prevalere con una rapiditá  inconsueta». «Si è verificato quello che proprio poche ore fa dicevo poteva accadere. Adriano da questo momento non è piú detenuto, e volevo informarne gli ascoltatori di Radio Radicale» ha detto Pannella.
«L` ultima delle mie preoccupazioni è la sospensione della pena». ሠil primo commento di Nicola Sofri alla notizia del provvedimento preso dal giudice di sorveglianza. «Vista la situazione di mio padre - ha aggiunto - mi sembrava una decisione scontata».


I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori