News per Miccia corta

18 - 11 - 2008

La memoria di Boris

 

(la Repubblica, martedí, 18 novembre 2008)

 

 

 

 

ALESSANDRA LONGO

 




La toponomastica, dice Claudio Magris, pu√≥ essere ¬ęuna scienza pericolosa che pu√≥ fare brutti scherzi¬Ľ. Di uno di questi ¬ęscherzi¬Ľ, all'insegna del ¬ęrevisionismo¬Ľ, si parler√°¬† marted√≠ 25 a Trieste. In molti, tra gli intellettuali cittadini, non si rassegnano all'idea di intitolare una strada a Mario Granbassi, nonno dell'olimpionica-presentatrice, caduto in Spagna, combattendo , da volontario, a fianco dei franchisti. La giunta di centrodestra, nonostante le proteste, anche di un centinaio di docenti catalani, va avanti. Cos√≠ come vanno avanti le iniziative di dissenso. Quella in programma tra una settimana avr√°¬† come autorevole testimonial Boris Pahor, 95 anni, scrittore sloveno nato a Trieste, passato per Dachau e Bergen-Belsen. A 95 anni, l'autore di "Necropoli", libro ambientato in un lager, spiegher√°¬† quanto sia importante la memoria per una comunit√°¬†, sempre e comunque, al di l√°¬† del caso Granbassi.

I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori