News per Miccia corta

17 - 11 - 2005

Revisioni: riaperta l`inchiesta sulla strage di Bologna

Corriere della sera, 17 novembre 2005

Strage di Bologna: riaperta l'inchiesta

ROMA - Venticinque anni dopo, la Procura di Bologna ha aperto una nuova indagine sull'eccidio del 2 agosto 1980 alla stazione di quella citt√°¬†, 85 morti e 200 feriti. E' un fascicolo contro ignoti, l'ipotesi di reato quella di strage. Per il pi√ļ grave e sanguinoso attentato della storia del terrorismo italiano ci sono due persone condannate definitivamente all'ergastolo, Valerio Fioravanti e Francesca Mambro . E Stefano Ciavardini , all'epoca minorenne, con una pena a trent'anni di carcere che attende il vaglio della Cassazione. Tutti e tre si sono sempre proclamati innocenti. Quella fu l'approdo della ¬ępista nera¬Ľ, consacrata dalle sentenze, seppure dopo la consueta altalena di condanne e assoluzioni. Ora sembrano emergere possibili novit√°¬† che porterebbero - se sar√°¬† possibile confermarle - in tutt'altra direzione. Di fronte a questa eventualit√°¬† il pubblico ministero Paolo Giovagnoli ha aperto la nuova inchiesta. Al momento non ci sono indagati, ma l'alternativa alla ¬ęstrage fascista¬Ľ sarebbe quella che conduce a Carlos , al secolo Ilich Ramirez Sanchez , professione ¬ęterrorista internazionale¬Ľ legato all'estremismo medio-orientale degli anni Settanta e Ottanta, detenuto in Francia.
Lo spunto arriva dalle acquisizioni della commissione parlamentare d'inchiesta sul caso Mitrokhin , che ha ricevuto diversi documenti dagli archivi dell'ex Repubblica democratica tedesca. In particolare sono arrivate notizie riguardanti un signore che si chiama Thomas Kram , nato a Berlino il 18 luglio 1948, militante di un gruppo battezzato ¬ęCellule rivoluzionarie¬Ľ e considerato un affiliato alla causa di Carlos. Nel 2000 la Procura federale tedesca emise a suo carico un mandato di cattura per altri reati, ne chiese notizia in Italia e nel 2001 una nota del Dipartimento della pubblica sicurezza rifer√≠ che lo stesso Kram aveva alloggiato in un albergo di Bologna nella notte tra l'1 e il 2 agosto, cio√® pochissime ore prima della strage.
Gi√°¬† all'epoca la notizia arriv√≥ ai magistrati bolognesi, che la catalogarono tra gli ¬ęatti non costituenti notizia di reato¬Ľ, i controlli affidati a polizia e carabinieri non fornirono altri elementi, e le carte finirono in archivio. Oggi la situazione √® diversa, perch√© proprio agli atti della commissione sono giunte ulteriori informazioni su Kram, destinate a entrare nel fascicolo della nuova indagine insieme ad altre notizie sul possibile coinvolgimento di Carlos.
Certo, la presenza di Kram, indicato come ¬ęesperto di esplosivi¬Ľ a Bologna alla vigilia della strage √® un fatto suggestivo e degno di approfondimenti, sebbene possa sembrare strano che una persona coinvolta in quell'attentato abbia fornito all`albergo in cui ha dormito la propria vera identit√°¬† e un documento di riconoscimento autentico. Ma adesso agli atti della commissione Mitrokhin c'√® qualcosa di pi√ļ. I consulenti Matassa e Pellizzaro hanno scoperto una messe d'informazioni sulla presenza di Kram in Italia a cavallo dell'agosto '80 che va oltre quella notte trascorsa in albergo. A cominciare dal rapporto del 1¬į novembre 1979 col quale il Bka, l'Ufficio anticrimine della polizia tedesca, avvertiva le autorit√°¬† italiane che ¬ęKram √® entrato nel vostro Paese. Secondo informazioni frequenterebbe l'universit√°¬† per stranieri vicino Roma. Per ragioni di informazioni in possesso del Bka il predetto potrebbe appartenere a gruppi terroristici tedeschi... Pregasi comunicare ogni utile informazione in vostro possesso...¬Ľ.
Da quella data svariati uffici di polizia hanno redatto e informative sulle mosse di Kram, comprese altri suoi soggiorni a Bologna e in citt√°¬† diverse prima del 2 agosto. Mai per√≥ era stato fatto un collegamento con la strage. Adesso, insieme ad altri elementi gi√°¬† rimbalzati sui giornali che riguardano sia Carlos che le possibili implicazioni del Fronte popolare per la liberazione della Palestina di George Habbash , quelle informative saranno esaminate per scoprire eventuali legami tra Kram e la strage di Bologna. In estate, nei giorni del venticinquesimo anniversario, il presidente dell'Associazione delle vittime Paolo Bolognesi aveva gi√°¬† bollato la ¬ępista Carlos¬Ľ come un'enorme panzana, mentre il deputato di An Enzo Raisi aveva chiesto la riapertura delle indagini. Ora quel passo √® stato fatto, nonostante le difficolt√°¬† di cercare conferme o smentite a un quarto di secolo di distanza dai fatti.
Giovanni Bianconi
I libri sono acquistabili in libreria o presso i rispettivi editori